Incontro con gli artisti

L’incontro con Pasquale Altieri ha portato i ragazzi (IIIB Ling e IA Clas) a riflettere sul concetto di “resistenza”. L’opera presentata si intitola “Varsavia Blues” ed è il punto di partenza per prendere atto di come la motivazione titanica possa essere alla base di un’azione disperata ma che si oppone alla tirannia. Altieri ha realizzato questo progetto attraverso un video nel quale sono proposte le fotografie di giovani polacchi ebrei che sorridono, sorridono nonostante siano consci del proprio destino perché, “se libero un uomo muore, è felice di morire”

Salvatore Calì si è presentato al pubblico (VA Ling, VB Ling e IVB Les)  facendo oscillare un fazzoletto tra le dita. Ciò che Calì ha voluto dimostrare è relativo al segno che ciascuno di noi lascia nello spazio e nel tempo. La sua immagine permane per pochi minuti in un determinato spazio, ma sopravvive attraverso la memoria del singolo osservante o del supporto che lo immortala. Forte di un’esperienza di studio della Fisica quantistica, Calì ha fatto riflettere su questo concetto, identificabile con il termine “dislocazione”, e spiegando il ruolo dell’artista di fronte a questa idea che mischia filosofia, fisica e arte.

Visite (56)