Gaia, Alfiere del lavoro

La casalese Gaia Filiberti – quarta a partire da destra – con il presidente Sergio Mattarella e altri giovani premiati quali Alfieri del Lavoro

Oggi diventa «Alfiere del lavoro». Gaia Filiberti ex studentessa del liceo classico all’istituto Balbo, riceve l’onorificenza dal presidente Sergio Mattarella, alle 11 al Quirinale. È un prestigioso riconoscimento che viene assegnato a Gaia e ad altri ventiquattro studenti di scuole di tutta Italia per i loro brillanti risultati scolastici. «Sono contenta ma piuttosto emozionata» dice Gaia.

C’era anche una casalese fra i ventisei giovani Alfieri del Lavoro premiati questa mattina, giovedì 30 novembre, al Quirinale, dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Si tratta di Gaia Filiberti che quest’anno si è diplomata al ‘Balbo’ con una media della carriera scolastica di 9.80 e ora ha scelto, per il suo percorso universitario, la facoltà di Medicina e Chirurgia presso l’Università ‘Vita – Salute San Raffaele’ di Milano.

Gli alfieri del lavoro sono stati prescelti – il premio è istituito dalla Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro – quali migliori studenti d’Italia, tra quasi duemila designati, su segnalazioni dei dirigenti scolastici. Fra questi 1.640 avevano i requisiti richiesti (977 ragazze e 663 ragazzi). Si tratta di studentesse e studenti che hanno riportato nei quattro anni della scuola secondaria superiore medie che vanno dal 9,68 al 10. Dei ventisei alfieri, poi, ventiquattro hanno ottenuto la lode all’esame di Stato. Otto provengono dal Nord, 6 dal Centro e 12 dal Sud. La selezione ha tenuto conto del voto dell’esame di Stato e dei risultati scolastici dei primi quattro anni delle scuole superiori.

La premiazione è avvenuta questa mattina, in occasione della consegna delle onorificenze ai nuovi Cavalieri del lavoro.

Visite (62)